Accademia MBE

La Medicina Biologica Emozionale è una scienza fondata sulle Leggi e i Principi della Natura che regolano i processi biologici dell’essere umano, rivolta al recupero dell’equilibrio psico-fisico attraverso percorsi integrativi ad indirizzo emozionale.
Le Leggi e i Principi biologici sono le linee guida che hanno accompagnato per milioni di anni gli esseri viventi nel corso dell’evoluzione e grazie alla loro applicazione non solo è stata possibile la sopravvivenza, ma si è anche stabilito un perfetto equilibrio tra gli esseri viventi e il proprio ambiente.
Essere in equilibrio significa avere la capacità intrinseca di auto mantenersi e di auto guarirsi, cioè di rispondere spontaneamente alla finalità stessa della Natura: il benessere.
In assenza di equilibrio, ossia quando viene meno la sintonia tra l’individuo e l’ambiente con il quale esso si relaziona, nasce un’esigenza biologica, una richiesta di modificare il rapporto tra l’individuo e l’ambiente per poter recuperare l’equilibrio perduto.
Come si rivela questa richiesta?
Attraverso la manifestazione di segnali d’allarme specifici, i sintomi, che denotano la nascita della malattia fisica e/o psichica.
Ogni sintomo è l’espressione di una precisa richiesta del nostro organismo, ma per saperne leggere e interpretare il senso biologico occorre conoscere il linguaggio della biologia, è necessario integrare le conoscenze mediche di fisiologia e patologia, logiche e razionali, con l’idioma analogico con cui si esprimono le nostre cellule e i nostri tessuti.
Questo linguaggio è stato utilizzato per milioni di anni nel corso dell’evoluzione da tutti gli organismi viventi, fin dal primo essere unicellulare ed è tutt’oggi memorizzato nelle membrane delle nostre cellule.
Ogni risposta di adattamento all’ambiente ha costituito un piccolo o grande salto nella nostra evoluzione, attraverso il potere derivante dalla capacità di cambiare.
Uno dei principali obbiettivi della Medicina Biologica Emozionale è di stimolare il CAMBIAMENTO:

  • Cambiare la percezione della malattia da evento mal-evolo e ostile a opportunità di crescita, comprendendone la natura di messaggero ben-evolo del corpo, leggerne i contenuti per trovare la direzione da prendere al fine di recuperare il proprio equilibrio psico-fisico
  • Cambiare i propri comportamenti quando non sono in linea con le richieste biologiche del corpo, ovvero non sono in sintonia con il proprio Codice Biologico Emozionale®
  • Cambiare l’atteggiamento nei confronti del disagio da passivo ad attivo, cioè non subire gli eventi delegando la responsabilità del proprio benessere ad altri o ad un intervento terapeutico imposto dall’esterno, ma rendersi partecipi del proprio destino, partecipando in prima persona alla propria trasformazione e consapevolizzazione attraverso l’azione

La vita è movimento, è adattamento, è cambiamento. Cambiare non significa negare sé stessi, anzi, vuol dire guardarsi attraverso lo specchio neutrale del terapeuta per riconoscere la propria vera essenza e imparare a vivere al massimo del proprio potenziale.
Attraverso i percorsi di Medicina Biologica Emozionale l’individuo può rendersi autonomo nel prendere coscienza di sé e delle proprie potenzialità evolutive e auto-terapeutiche.
Le più recenti acquisizioni medico-scientifiche riconoscono che l’origine della gran parte delle malattie fisiche, se non addirittura di tutte, affonda le sue radici nel substrato emozionale.
Gli eventi della nostra vita evocano in noi emozioni ancestrali, istintuali, profonde, allarmi che dovrebbero far scaturire la nostra azione più adeguata verso lo stimolo ambientale. Molte volte questo accade spontaneamente, attraverso adattamenti che favoriscono l’equilibrio, ma quando ciò non avviene nel modo corretto, è facile entrare in scontro con l’evento, vivendo così un compromesso che ci impedirà di fornire la risposta utile per l’equilibrio, a favore di una risposta stressogena. A seconda dell’intensità e della durata, questa si manifesterà come reazione dei nostri tessuti e organi, una risoluzione indispensabile per fornire quella risposta biologica che la nostra mente non è stata in grado di dare consapevolmente.

Team

Un team di professionisti

<p style="font-size:.1px; color:#f8f8f8;" >1.</p>Fabrizio <br>Camilletti

1.

Fabrizio
Camilletti
Operatore Olistico
<p style="font-size:.1px; color:#f8f8f8;" >2.</p>Valentina <br>Cecchini

2.

Valentina
Cecchini
Operatore Olistico
<p style="font-size:.1px; color:#f8f8f8;" >3.</p>Dott. Omar <br>Alquati

3.

Dott. Omar
Alquati
Medico Anestesista, Rianimatore, Agopuntore, Medico Olistico
<p style="font-size:.1px; color:#f8f8f8;" >4.</p>Paola <br>Biagiola

4.

Paola
Biagiola
Operatrice Sanitaria dell’area delle Scienze Infermieristiche

Dicono di noi

Tutti noi ci siamo chiesti almeno una volta: cos'è la malattia? Cos'è il benessere? Attraverso il percorso proposto è possibile darsi delle risposte e conoscere se stessi in maniera tanto vera quanto profonda. Così nasce quella entusiasmante consapevolezza che ci permette d'imparare a reagire agli eventi di tutti i giorni con vera autenticità ed unicità. Salvi da quelle sovrastrutture e automazioni limitanti che agiscono come zavorre emozionali. All'improvviso ci accorgiamo che quei fastidi fisici inspiegabili spariscono, e, con essi, quelle giornate che sembravano non vissute da noi, con frustrazione e in balia degli eventi. Se volessimo descrive Medicina Biologica Emozionale con una parola possiamo descriverla: LIBERTA', essenza stessa della natura. Non finirò mai di ringraziare tutto il gruppo di studio e ricerca dell'MBE, di Fabrizio, Valentina, esseri meravigliosi. GRAZIE.

Leonardo Cianciarelli

"Le cure dell'anima fanno bene al corpo che reagisce prontamente a tutte le nostre emozioni. Provare emozioni positive o semplicemente capire da cosa dipende il nostro stato d'animo, ci da la consapevolezza di quello siamo e da dove veniamo. Intraprendere questo percorso di conoscenza e consapevolezza di sé è la migliore prevenzione contro ogni malattia"

La nostra esperienza è iniziata diversi anni fa con la ricerca verso un percorso che esplorasse i nostri conflitti senza cadere troppo nelle trappole del “mentale”.
Abbiamo incontrato i fondatori della medicina Biologica Emozionale e ci siamo subito resi conto che aveva le caratteristiche per completare le nostre varie formazioni.